5496

ID azienda

Descrizione

Dal giorno della sua fondazione nel 1997, il birrificio San Gabriel ha prodotto milioni di litri di buona birra, nel solco di una tradizione che coniuga la sapienza codificata dei mastri birrai bavaresi alle materie prime uniche del territorio circostante, dal radicchio rosso di Treviso dell’Ambra Rossa, ai fichi di Tarzo all’orzo nostrano della Buschina.
Il birrificio artigianale San Gabriel nasce a Busco di Ponte di Piave (TV) nel 1997, per iniziativa di Gabriele Tonon il quale decise di investire nella sua grande passione per la birra unita ad una profonda conoscenza dei prodotti tipici del territorio tra i fiumi Piave e il Sile.

La produzione ha avuto inizio in un’antica villa a ridosso dell’antica Abbazia Benedettina dove già nel medioevo si preparavano le bevande medicate (tra cui la birra), e dalle quali il Birrificio Agricolo San Gabriel ha preso spunto per l’ideazione delle proprie ricette, continuando così, idealmente, l’attività brassicola dei Monaci.

L’Acqua è l’essenza
Se bevete una San Gabriel bevete l’acqua che sgorga a San Polo di Piave, a pochi chilometri dal birrificio. Qui, tra i fiumi Piave e Lia, le risorgive ci regalano l’acqua che giunge dalle Dolomiti. È un’acqua straordinaria, naturalmente pura per il lungo percorso sotterraneo che compie dalle vette innevate alla pianura.

Il Malto è l’anima
Dal 2006 il Birrificio Agricolo San Gabriel ha avviato la coltivazione diretta dell’orzo distico in provincia di Treviso.
Lasciato germinare e poi lavorato, l’orzo diventa il prezioso malto.

Il Luppolo è l’aroma
Pianta il cui fiore conferisce il caratteristico amaro alla birra e ne allunga la conservazione. Per le nostre birre utilizziamo prevalentemente luppoli bavaresi, anche di nostra produzione.
Giova ricordare che nel territorio della San Gabriel, da sempre, cresce una varietà selvatica di luppolo: il bruscandolo ben conosciuto nei secoli passati da chi produceva birra nelle abbazie della zona.

Nel corso di oltre 20 anni San Gabriel ha saputo distinguersi nel rinnovato panorama dei birrifici artigianali italiani, puntando sulla qualità, attraverso la scrupolosa attenzione alle tecniche produttive dei maestri Bavaresi, e sulla costante ricerca di materie prime autoctone.

Oggi San Gabriel è una realtà con una capacità produttiva di quasi 1 milione di litri/anno, con più di 10 linee di prodotto, una distribuzione ramificata in Italia e all’estero, e con numerosi riconoscimenti di qualità vinti nelle fiere internazionali della birra.
Levada di Ponte di Piave, ad un incrocio sulla via Postumia, sorgeva un opificio dove venivano tagliati i tronchi d’albero che vi giungevano trasportati dalla corrente del fiume Piave, legati in grandi zattere e condotti dalle mitologiche figure degli zattieri. Al culmine del suo splendore, più di un secolo fa, gli alberi tagliati nel Cadore e nella Val Visdende arrivavano in tal numero che, a Levada, la prima piccola segheria fu ampliata, diventando un vero e proprio complesso industriale tra i più importanti della zona.

Successivamente, nel corso del ‘900, le condizioni del Piave cambiarono e sia l’uso della sua acqua per l’irrigazione, sia le dighe che venivano costruite una dopo l’altra lungo il suo corso, resero impraticabile l’antico commercio del legname.
Così l’opificio di Levada, con altre centinaia di stabilimenti simili, chiuse i battenti e, insieme all’avventuroso mestiere degli zattieri, finì dimenticato dalla storia.

Oggi, quell’antico opificio è risorto ed è nuovamente luogo di lavoro e di creazione, ma è anche luogo di memoria e, naturalmente, di ristoro.

Indirizzo

Indirizzo: Via della Vittoria, 2 Levada di Ponte di Piave
  • Provincia Veneto
  • CAP 31047
Aprire in Google Maps
  • ID attività 5496
  • Categoria Produttori (agroalimentare e artigianato artistico)
  • Prodotti 15%

Indicazioni Stradali

Contatti azienda